Gnatologia - Articolazione mandibolare

Gnatologia / Masticazione / Postura

Articolazione mandibolare

Mal di testa?
Problemi alla mandibola?
Vertigini?

Hai mai pensato che la causa di tutto ciò potrebbero essere proprio i tuoi denti?

 

gnatologia-prima

Caso ClinicoPrima della terapia

gnatologia-dopo

Caso ClinicoDopo la terapia


La Gnatologia (dal greco gnathòs-mandibola) è la branca dell’odontoiatria che si occupa degli aspetti fisiologici, patologici e funzionali della mandibola. Lo specialista che si interessa di valutare la corretta masticazione, fonazione e postura del paziente è lo gnatologo.

Lo gnatologo può intervenire con una terapia farmacologica, qualora il dolore fosse eccessivamente forte; oppure può consigliare l’utilizzo di un bite, al fine di rilassare tutta la muscolatura oro-facciale del paziente.

Ad oggi, sembra che più di 400 milioni di persone, nel mondo, soffrano di disturbi articolo-mandibolari.

La gnatologia segue una visione olistica dell’organismo umano, presupponendo l’esistenza di collegamenti tra le varie parti del corpo. È una scienza che, nel corso del tempo, sta acquistando notevoli conoscenze, occupandosi di disturbi abbastanza comuni, come ad esempio il digrignamento dei denti, il dolore al collo o al viso, il serramento diurno o notturno, tutte le problematiche riguardanti il movimento mandibolare, una scorretta postura, etc.

Questi fastidi fisici, il più delle volte, sono espressione di fattori psico-somatici molto profondi, che non è facile individuare a primo impatto. In quest’ottica, la figura dell’esperto in gnatologia, assume un ruolo chiave nel trattamento di queste patologie.

I primi studi di gnatologia risalgono alla metà dell’ottocento, quando alcuni scienziati hanno iniziato a studiare il reale funzionamento della mandibola con tutte le relative e possibili malocclusioni. Negli ultimi anni sono stati fatti diversi approfondimenti in materia. Si è compreso che una malocclusione può essere la causa principale di uno squilibrio posturale a livello cervicale e lombare. Grazie a quest’ultime scoperte, è stato possibile raggiungere un’ottima conoscenza della funzione masticatoria e di tutte le funzioni ad essa connessa.

Quando è necessario rivolgersi ad uno gnatologo?

Occorre rivolgersi ad uno gnatologo quando si hanno i seguenti disturbi:

  • difficoltà di apertura e chiusura della mandibola;
  • dolori al viso;
  • bruxismo;
  • vertigini;
  • senso di instabilità motoria;
  • mal di schiena e mal di gambe;
  • morso profondo o morso aperto;
  • onicofagia;
  • asimmetria dento-scheletrica;
  • problemi posturali;
  • problemi di deglutizione;
  • traumi (colpo di frusta, trauma maxillo-facciale, etc.)

Un’attenta visita gnatologica permette di capire se i fastidi, manifestati dal paziente sono in stretta relazione con la malocclusione. Durante il controllo viene valutato il reale rapporto di funzionamento tra la mandibola e il cranio. In un secondo momento si individua l’eventuale presenza di una problematica che potrebbe impedire la naturale correlazione tra le due parti. Lo gnatologo ha bisogno di esami strumentali e diagnostici per completare il quadro clinico del paziente.

La terapia gnatologica permette di:

  • Ridurre l’intensità del dolore;
  • Ridurre le limitazioni a livello funzionale;
  • Rallentare lo sviluppo delle relative patologie.

Il Prof. Lorenzo Favero, essendo specializzato anche in gnatologia, fornisce valutazioni competenti in relazione a qualsiasi tipo di problema articolo-mandibolare.

Per fornire un servizio completo ed efficace, il Prof. Lorenzo Favero collabora con uno staff di professionisti, ossia posturologi, fisioterapisti ed osteopati, presenti nella nostra struttura.

Approfondimenti